New media, TLC

28 giugno 2011 | 14:01

Telecom I.: Asati, a queste condizioni non entri in FiberCo

28 Jun 2011 14:40 CEDT Telecom I.: Asati, a queste condizioni non entri in FiberCo

Dowjones

ROMA (MF-DJ)–I piccoli azionisti di Telecom Italia riuniti in Asati commentano con “molta inquietudine le prime conclusioni che emergono per lo sviluppo della rete a banda ultralarga dal Tavolo Governo-operatori”, perche’ “rischiano di ledere in modo grave i legittimi diritti degli azionisti Telecom”.
In una lettera inviata alle autorita’, il presidente di Asati, Franco Lombardi, auspica che “venga valutato con grande attenzione ogni provvedimento di tipo dirigistico”, evitando “rischi di alterazione delle regole del mercato, specie se queste dovessero comportare vantaggi evidenti per alcuni degli operatori rispetto ad altri”.
La proposta della societa’ della rete FiberCo, secondo Asati, e’ “particolarmente lesiva degli interessi di Telecom Italia” e invece “a tutto vantaggio dei competitori piu’ agguerriti”. Questa soluzione “accolla a Telecom parte di costi che essa, operando da sola sul mercato, non dovrebbe sostenere”. Inoltre “la dismissione della rete in rame di Telecom, nelle aree in cui opererebbe FiberCo, la costringerebbe a esercitare l’opzione di riacquisto”, con oneri economici che “appesantirebbero i bilanci e la renderebbero un’azienda deficitaria”.
Asati “e’ contraria che Teleco Italia sottoscriva qualsiasi protocollo d’intesa per entrare in FiberCo alle condizioni attuali”. Pur ritenendo che “lo sviluppo della rete Ngn in Italia non possa prescindere dall’attribuire un ruolo centrale a Telecom Italia”, gli azionisti ritengono che “non siano accettabili soluzioni che nei fatti si configurerebbero come un vero e proprio esproprio della rete di accesso, a detrimento degli interessi degli azionisti della Societa’ che hanno il diritto di veder tutelato il valore dei propri investimenti”. red/ren

(END) Dow Jones Newswires

June 28, 2011 08:40 ET (12:40 GMT)

Copyright (c) 2011 MF-Dow Jones News Srl.