New media, TLC

30 giugno 2011 | 13:47

TLC: UE, DA DOMANI TELEFONATE DA ESTERO SARANNO MENO CARE

TLC: UE, DA DOMANI TELEFONATE DA ESTERO SARANNO MENO CARE
NUOVO RIBASSO ROAMING: 35 CENT PER QUELLE FATTE, 11 LE RICEVUTE
BRUXELLES
(ANSA) – BRUXELLES, 30 GIU – Buone notizie per i turisti o per chi viaggia per lavoro: da domani entrerà  in funzione in tutta la Ue un nuovo taglio di tariffe di roaming. I tetti massimi scenderanno da 0,49 a 0,35 centesimi al minuto (Iva esclusa) per le telefonate fatte dall’estero , mentre per quelle ricevute passeranno da 0,15 a 0,11. “Questi nuovi tetti – ha annunciato il portavoce Jonathan Todd – resteranno in vigore fino a fine giugno 2012″. (ANSA).
OS/ S0A QBXB
TLC: UE, DA DOMANI TELEFONATE DA ESTERO SARANNO MENO CARE (2)
BRUXELLES
(ANSA) – BRUXELLES, 30 GIU – Nonostante il miglioramento della situazione per i consumatori, realizzato con le nuove regole europee che fissano limiti tariffari per gli operatori della telefonia, la Commissione Ue ha constatato che esistono ancora problemi di concorrenza. I tetti fissati per le tariffe, anziché essere considerati in quanto tali, sono usati dagli operatori della telefonia come tariffe vere e proprie. “La prossima settimana presenteremo una proposta per affrontare sul medio e lungo termine questa situazione che blocca la concorrenza a scapito dei consumatori”, ha annunciato Todd. L’obiettivo finale della Commissione Ue resta di azzerare entro il 2015 le differenze esistenti tra Paese e Paese della Ue nella telefonia mobile, sia per quel che riguarda le tariffe nazionali sia per quel che riguarda le tariffe di roaming. Lo scorso anno quattro operatori (Vodafone, Telefonica 02, T-Mobile e Orange) avevano contestato la validità  del regolamento adottato da Bruxelles davanti all’Alta Corte di giustizia di Inghilterra e Galles, la quale a sua volta aveva investito della questione i giudici del Lussemburgo. La Corte Ue ha poi stabilito che imponendo limiti massimi alle tariffe applicate dagli operatori europei per il roaming sulle telefonate internazional, la Commissione Ue ha agito in modo “legittimo”, negli interessi dei consumatori. (ANSA).
OS/ S0A QBXB