Televisione

01 settembre 2011 | 10:54

MEDIASET: OLTRE 900MILA SPETTATORI PER “TG5-NUMERI IN CHIARO”

(AGI) – Roma, 1 set. – Ieri le reti Mediaset si sono aggiudicate prima, seconda serata e 24 ore sul pubblico attivo, rispettivamente con il 38.10% (7.713.000 telespettatori totali) il 37.14% (3.289.000 telespettatori totali) e il 36.94% di share (2.990.000 telespettatori totali). Canale 5 risulta rete leader sul target commerciale in prima, seconda serata e 24 ore rispettivamente con il 17.18% (3.303.000 telespettatori totali), l’11.16% (983.000 telespettatori totali) e il 15.58% di share (1.263.000 telespettatori totali). L’edizione del Tg5 delle 13 e’ la piu’ seguita sul pubblico totale con 3.823.000 telespettatori (23.78% di share sul target 15-64 anni). L’edizione delle 20 e’ leader sul target commerciale con il 21.86% di share (3.865.000 telespettatori totali). Le due edizioni di Studio Aperto hanno ottenuto alle 12.25 uno share del 28.81% sul target commerciale e 2.864.000 telespettatori e alle 18.30 uno share del 12.74% sul target commerciale e 990.000 telespettatori totali. Su Canale 5, “Paperissima Sprint” e’ il programma piu’ visto della giornata con 4.155.000 telespettatori totali e uno share del 21.40%; in prima serata, il film “Turbolent skies” e’ stato seguito da 2.739.000 di telespettatori totali, share del 15.01% sul target commerciale; a seguire, benissimo “Tg5-Numeri in chiaro” che raggiunge 913.000 telespettatori totali. Su Italia 1, in prima serata, il film “L’altra sporca ultima meta” e’ stato visto da 2.282.000 telespettatori totali, share del 13.22% sul target commerciale; in seconda serata, bene il film “Ricky Bobby” che conquista uno share del 14.98% sul target commerciale e 931.000 telespettatori totali. Su Mediaset Extra, in prima serata, la serie “Csi-Scena del crimine” e’ stata seguita da 332.000 telespettatori totali e uno share dell’1.77% sul pubblico attivo. Boing e’ la rete tematica piu’ vista delle 24 ore, con 146.000 telespettatori totali e nel suo target di riferimento, i ragazzi 4-14 anni, uno share del 9.95%. (AGI)