Comunicazione

06 settembre 2011 | 15:54

SCIOPERO CGIL: TWITTER ALL’ATTACCO,CERCA NUOVE FORME PROTESTA

TANTI BOCCIATI SUL SOCIAL NETWORK DAL GOVERNO ALLA CISL AL PD

(ANSA) – ROMA, 6 SET – Lo sciopero della Cgil sulla manovra viaggia anche sui social network. E il dibattito si concentra soprattutto sulle modalità  della protesta: in pratica su lo sciopero generale può essere ancora un’arma adeguata per contestare una manovra che non va. Fin da questa mattina sono moltissimi i messaggi di Twitter sulla protesta, tanto che sia Sciopero che ScioperoCgil si sono imposti tra i 10 top tweet (i temi più commentati della giornata). Domina l’adesione ai cortei, ma sono tante anche le critiche per i disagi e i dubbi sull’utilità  di una forma di protesta così “antica” nell’epoca del web. “Possibile che nel 2011 l’unica arma (spuntatissima) che un sindacato abbia per farsi sentire sia lo sciopero generale?”, ‘twitta’ un blogger storico come Pandemia. Il suo appello non cade nel vuoto tra interventi severi come “dopo 50 anni di scioperi è migliorato il Paese? I settori peggiori non sono quelli dove si è scioperato di più?”. Altri sono fantasiosi, come “invece di fare lo sciopero per le strade occupate gli stadi. Toccate il calcio all’italiano medio ed altro che rivoluzione!” o, addirittura, “lo sciopero non basta, serve una defenestrazione collettiva”. Sullo sfondo, una certa disillusione, “ci vuole ben altro per praticare una reale alternativa”, sintetizza TenorSmich. C’é spazio però anche per la soddisfazione. “Mi pare un successone, alla faccia di tutti gli affaristi d’Italia” scrive Redtaras. E per le critiche, prima di tutto contro i sindacati che non hanno aderito. Scherza ilPeccatore: “Bonanni attacca: va seguito l’esempio di Cisl e Uil. Basta puntare la sveglia alla fine delle otto ore”. Poi contro il governo che “si scava la fossa da solo”, ma anche contro il Pd. “Questo sciopero insegni alla sinistra ad essere meno intellettuale, più pratica, più unita”, è l’invito di Bestazon. “Bersani dovrebbe smetterla di fingersi dalla nostra parte”, scrive invece Shabofly. Nessun dubbio, infine, su chi sia il vincitore della giornata. “Oggi non è un BUON giorno, è un FIOM giorno”, esulta un twitt. (ANSA).