Televisione

12 settembre 2011 | 9:45

TV: SANTORO,NESSUN GIORNALISTA SERIO AVREBBE FIRMATO CON LA7

(ANSA) – MARINA DI PIETRASANTA (LU), 11 SET – “Nessun giornalista serio potrebbe sottoscrivere il contratto che mi è stato proposto a La7″. Lo ha detto Michele Santoro nel corso della festa de ‘Il Fatto Quotidiano’, premettendo di “apprezzare molto il lavoro di colleghi passati all’emittente, amici come Gad Lerner, che fanno le cose migliori della tv italiana”. “L’ad di Ti Media Giovanni Stella – ha raccontato Santoro – diceva di aspettare sotto un albero che cadessero i macachi: Roberto Saviano, io, Serena Dandini. Dopodiché, ci invitano ad incontrare La 7. A quel punto, ho chiesto a Stella: ‘tu, un programma come ‘Annozerò, lo faresti o no?’. ‘E, cavolo, ti ho chiamato io’, mi ha risposto lui. Ho accettato anche una proposta economica talmente buona, che con i soldi nostri ci avrebbero anche pagato. Avremmo fatto la fortuna de La7″. Poi Santoro ha spiegato che il contratto prevedeva “una serie di obblighi tali, che nessun giornalista serio potrebbe sottoscriverlo”. Il giornalista ha rivelato anche che, dopo le sue proteste, “Stella ha spiegato che il contratto è un pro forma. Lo faccio firmare a tutti, a quelli come Antonello Piroso”. Secondo Santoro, accettare avrebbe significato stare “dentro il recinto, con qualcuno che mi dice questo sì e questo no. La scaletta, ma quale scaletta? Ridateci Masi, che perlomeno ci faceva ridere”. (ANSA)