Televisione

14 settembre 2011 | 16:27

TRA ANTEPRIME ESORDIO REGIA ABATANTUONO,THE KILLING, SMALLVILLE

(di Francesca Pierleoni) (ANSA) – ROMA, 14 SET – L’apertura con l’anteprima de Il signore della truffa, la fiction per Rai1 con Gigi Proietti che riceverà  anche uno degli Excellence Award (gli altri andranno a Jim Belushi, il produttore Sergio Silva e Lunetta Savino), l’esordio alla regia di Diego Abatantuono nel film tv ‘Area Paradiso’, e dagli Usa le anteprime del nuovo Charliés angels, del fresco ‘cult’ The killing, e dell’ultima stagione di Smallville, sulle avventure del giovane Superman. Sono fra gli eventi della quinta edizione del RomafictionFest, all’Auditorium Parco della Musica, l’Auditorium Conciliazione e la Casa del Cinema dal 25 al 30 settembre. “Il cambio di date, da luglio a fine settembre era un oggetto dei miei desideri da parecchio tempo – ha spiegato il direttore del festival Steve della Casa, che si riserva ulteriori sorprese, come l’annuncio di un altro grande ospite internazionale, per la conferenza stampa del 23 settembre -. Ora siamo a ridosso dell’inizio stagione e abbiamo il meglio della produzione italiana”. In un’edizione organizzata in poco tempo “ma bene” e che ha come filosofia “non fare una ridotta ma un festival importante che coniughi una visione dell’audiovisivo senza barriere, i desideri del pubblico e dell’industry”. Eliminato quest’anno il concorso, che resta solo per la fiction edita (presidente della giuria sarà  Remo Girone). Grande protagonista sarà  la fiction made in italy (“che anche negli anni scorsi ha attirato più pubblico” dice Della Casa), con le anteprime fra gli altri, di Viso d’angelo, thriller neogotico con Gabriel Garko diretto da Eros Puglielli; un episodio di Tutti pazzi per amore 3, all’interno dell’evento ‘Il mondo Publispei’ la società  del produttore Carlo Bixio, scomparso a marzo; i vent’anni della Taodue, con Distretto di Polizia 11; il kolossal L’affondamento del Laconia con Paolo Conticini; una parte del tv movie per Sky Natale per due, con Alessandro Gassman e Enrico Brignano; Troppo amore di Liliana Cavani, per la tetralogia sulla violenza contro le donne prodotta da Claudia Mori. Inoltre si renderà  omaggio a Walter Chiari e altri grandi del cinema e del teatro con la restrospettiva Noi ridevamo e a Mario Monicelli con Cinzia Th Torrini che ha fatto recitare ai ragazzi dell’Accademia d’arte drammatica i dialoghi dei suoi principali film, da I compagni a La grande guerra. Ricco anche il programma di anteprime di fiction straniere. Al già  annunciato ‘I Borgia’ (prodotto da Tom Fontana, che terrà  una masterclass al festival), si aggiungono fra le altre, Pan Am, sulle vicissitudini del personale di bordo della famosa compagnia aerea; la storia del Manchester United in ‘United; Once upon a time, con lo scontro tra Biancaneve e la strega portato ai giorni nostri; il thriller The killing, trasposizione Usa del danese Forbrydelsen, una delle serie europee piu’ viste negli ultimi anni; I misteri di Lisbona, del cineasta cileno Raul Ruiz, scomparso il 19 agosto. Tra i titoli legati alla realtà  politica ci sono poi Combat hospital, sulla vita in un ospedale a Kabul e L’infiltré, sul terrorismo, di produzione francese ma diretto da Giacomo Battiato con Cristiana Capotondi. Spazio anche agli incontri (fra gli altri con Pupi Avati, Luca Barbareschi e Luca Bernabei della Lux Vide), convegni, e al mercato, con la partecipazione di 25 Paesi per 50 società . Il Romafictionfest ha un budget di 2 milioni e 500 mila euro, finanziato dalla Camera di Commercio di Roma e la Regione Lazio. “Questo festival è un capitolo importante nel nostro impegno per l’audiovisivo, come lo è il Festival di Roma – ha detto Fabiana Santini, assessore alla Cultura, Arte e Sport della Regione Lazio -. Nell’ottica di semplificare e razionalizzare, dovremo ragionare in tempi brevissimi delle strategie per il futuro, considerando ad esempio un interlocutore unico in capo ai due festival”.(ANSA).