Televisione

19 settembre 2011 | 15:19

Ritorna sui palinsesti ‘Porta a porta’ di Bruno Vespa

Roma, 19 set. (TMNews) – Riprende domani ‘Porta a porta’, con una puntata che a differenza delle ultime stagioni non avrà  ospite Silvio Berlusconi ma affronterà  il tema caldo delle intercettazioni. “Mi accorgo ora di non aver ancora pensato ad invitare Berlusconi – dice Vespa rispondendo alle domande in conferenza stampa -, le bocce sono parecchio in movimento, la situazione è mobile, aspettiamo che siano un po’ più ferme”. Ma si parlerà  di intercettazioni, tema su cui “ci sono molte circolari, faccio fatica ad orientarmi ma diciamo che staremo alla cronaca”. Insomma di tutta la vicenda delle inchieste che coinvolgono il premier “ce ne occuperemo, ci mancherebbe altro”, appunto “a partire da domani” con una puntata su “intercettazioni, processi, situazione economica”, ospiti Rosy Bindi, Maurizio Lupi, Giuliano Ferrara e Paolo Mieli. Sarà  invece “a metà  novembre la prima serata” condotta da Bruno Vespa e che “non si chiamerà  Porta a porta”, anche se “ancora il titolo non c’è e non sappiamo il tema della prima puntata” che sarà  legata all’attualità . Tutti i programmi si possono fare con risorse interne Rai, continua Bruno Vespa tornando indirettamente sulla polemica per lo stop a ‘Parla con me’ di Serena Dandini. “Ritengo che tutte le trasmissioni si possano fare all’interno, ci sono programmi che hanno costi maggiori e ascolti inferiori di ‘Porta a porta’” che è tutta a produzione interna. “E che nella passata stagione è costata 45 mila euro a puntata, un dato quasi costante nell’ultimo decennio e che ha un ottimo rapporto tra costo e rendimento”.