TV: DA DOMANI SU LA7 LA SERIE “MILLENNIUM”

ROMA (ITALPRESS) – Dopo il successo editoriale (10 milioni di libri venduti in tutto il mondo) e i tre film di produzione svedese, arriva domani su LA7, domani, in prima TV assoluta alle 21.10 la prima parte di “Uomini che Odiano le donne” primo appuntamento della mini serie Millennium composta da 6 episodi di 90 minuti ciascuno. La fortunata trilogia, che comprende anche “La ragazza che giocava con il fuoco” e “La regina dei castelli di carta” dello scrittore svedese Stieg Larsson diventa una mini serie tv prodotta in Svezia nel 2009 dalla compagnia di produzione Yellow Bird per SVT, protagonisti: Naomi Rapace, Mikael Nyqvist e Peter Andersson. La storia ambientata tra Stoccolma e la campagna svedese, vede protagonista Mikael Blomkvist, direttore della rivista Millennium a cui viene affidata un’indagine relativa alla scomparsa risalente a quarant’anni prima della nipote del famoso magnate ottantenne Henrik Vanger. Fondamentale nella storia l’altra protagonista, la giovanissima hacker con problemi di integrazione sociale: Lisbeth Salander, dal passato misterioso. Mikael e Lisbeth indagano insieme per scoprire la verita’ su Harriet Vanger, facendo venire alla luce gli sconvolgenti segreti della famiglia Vanger, la realta’ sara’ molto peggiore della loro piu’ drastica immaginazione. La storia di Lisbeth e Mikael proseguira’ anche nei due successivi romanzi della trilogia, La ragazza che giocava con il fuoco e La regina dei castelli di carta. Attualmente e’ in corso il remake di Uomini che odiano le donne, il nuovo titolo: The Girl with the Dragon Tattoo e’ diretto dal regista David Fincher con Daniel Craig e Rooney Mara. L’uscita nelle sale cinematografiche USA e’ prevista per il 21 dicembre 2011, in Italia lo vedremo dal 2012.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi