Borsino dei direttori

20 settembre 2011 | 15:13

direttore di ‘La Civiltà  Cattolica’

Dopo 26 anni di direzione di padre Gianpaolo Salvini un cambio alla guida di La Civiltà  Cattolica era atteso. Quindi, anche se non si sapeva quando e chi – la scelta del cosiddetto papa nero – la decisione del generale della Compagnia di Gesù di nominare l’8 settembre padre Antonio Spadaro nuovo responsabile del quindicinale dei gesuiti non è stata una sorpresa. Nato il 6 luglio 1966 a Messina, città  dove si è laureato in teologia nel 1988, quando ha iniziato il noviziato presso i gesuiti, padre Spadaro, ordinato sacerdote a Catania nel dicembre del ’96, ha svolto gli studi in teologia prima a Napoli e successivamente a Roma, fino al dottorato di ricerca alla Pontificia università  gregoriana, preceduto da un diploma in comunicazioni sociali conseguito alla Pontificia università  urbaniana. Infine, ha completato la formazione negli Usa, nella Provincia dei gesuiti di Chicago, presso il Milford Spiritual Center, di Milford (Ohio), e il 24 maggio 2007 a Roma ha pronunciato i voti solenni nella Compagnia di Gesù. Comunque, già  dal 1994 padre Spadaro aveva iniziato a scrivere per La Civiltà  Cattolica entrando a far parte nel ’98 del Collegio degli scrittori, come viene definita la redazione del quindicinale che esce ininterrottamente dal 1850 (è la più antica rivista culturale tuttora pubblicata) e dove per statuto pontificio possono scrivere esclusivamente gesuiti. Per cinque anni coordinatore dell’attività  culturale dei gesuiti in Italia, padre Spadaro è dal 2009 rettore di Civiltà  Cattolica, in pratica della comunità  religiosa che a Roma in via di Porta Pinciana vive intorno alla rivista e non si restringe ai nove componenti del Collegio degli scrittori (a cui bisogna aggiungere gli scrittori emeriti).

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 420 – settembre 2011