New media

21 settembre 2011 | 9:16

Topix.com, successo per il social media dei pettegolezzi di paese

New York, 20 set. (TMNews) – Nei piccoli paesi rurali negli Stati Uniti, come nel resto del mondo, alla gente piace mettere in naso negli affari degli altri e il gossip paesano è una forma di intrattenimento che non passa mai di moda. Cambiano però i binari su cui viaggiano i pettegolezzi. A Mountain Grove, una paese di 5.000 anime nell’altopiano d’Orzak in Missouri, la popolarità  dell’”Old Farts Club” (più o meno “Il club delle vecchie pantofole”, un circolo di vecchi pettegoli che ogni giorno si incontrano al ristorante Dee’s Place per aggiornarsi sul gossip di paese), è stata soppiantata dal Mountain Grove Forum, un forum creato sul social media Topix. A metà  tra aggregatore di notizie e Facebook, il sito ha avuto un incredibile successo tra le comunità  che vivono sui monti Appalachi, sull’altopiano Orzak e nelle zone collinari e montuose del Sud degli Stati Uniti. A differenza di Facebook, grazie al fatto che i post posso essere inseriti anonimamente, la malignità , la gelosia e la curiosità  dei compaesani hanno trovato una nuova valvola di sfogo online.
Ma gli effetti sono spesso molto più pesanti delle risate scatenate dalle battute mordaci che popolano Topix. Phoebe Best, una cameriera del ristorante Dee’s Place, ha detto al New York Times che i post sul sito hanno causato litigi e divorzi. Negativa anche l’opinione del cuoco del ristorante, Shane James, che ha raccontato le angherie subite dalla moglie, soprannominata sul sito “mostro”, e anche “una prostituta scarto della società  con l’Aids”. Tutto inventato, ma imbarazzante al punto tale da far trasferire altrove i coniugi James.
Chris Tolles, il fondatore di Topix, che ha sede a Palo Alto in California, chiama le zone in cui il suo sito ha avuto successo “gli stati feudali”. Mentre i commenti negativi caricati sui social network svaniscono nel nulla nelle grandi città , attecchiscono straordinariamente nei piccoli paesi, con risultati eclatanti sulla vita di tutti i giorni. Tolles è consapevole che il problema di Topix, nato come aggregatore di notizie locali, è “mantenere la conversazione sui binari”. La società  aveva anche provato a cancellare tutti i commenti negativi caricati sul sito, per poi rendesi conto che in seguito a questa operazione il numero dei visitatori era calato notevolmente. Topix blocca automaticamente il 9 per cento dei contenuti offesivi e un altro 3 per cento è rimosso dopo le lamentele degli utenti. La società  riceve circa una citazione in giudizio al giorno a causa dei commenti anonimi caricati sul sito.