Il futuro dell’editoria al Forum Anes

Ancora troppi siti vetrina con pochi contenuti condivisi e una scarsa, se non inesistente, padronanza dei social network e dei principali strumenti di search engine marketing (sem) e di search engine optimization (seo). Sono questi i limiti più evidenti che le case editrici specializzate piccole e medie soffrono nel rapporto con lo straripante mondo digitale. L’analisi emerge dagli studi dell’Anes, l’associazione degli editori di periodici specializzati, che sta preparando il Quinto Forum dedicato al ‘Mestiere di editori, dall’advertising alla comunicazione’. L’evento, in programma a Milano il 19 ottobre, è l’occasione per fare il punto del comparto di fronte alla sfida tecnologica e all’evoluzione delle esigenze del mercato pubblicitario.

L’articolo è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 420 – settembre 2011

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

L’edizione 2018 del ‘Grande Libro dello Sport e Comunicazione’ in edicola, allegata a ‘Prima’, e disponibile in digitale

Fatti del mese – Pagina 13 corretta

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’