Abbiamo acceso la miccia

“Siamo un po’ come il Chievo quando è arrivato in serie A. Una piccola squadra accolta dall’entusiasmo generale che con il lavoro e il talento dei giovani scala i campionati minori e se la gioca con i grandi. Allo stesso modo, in tantissimi tifano per Real Time perché nell’asfittico mercato televisivo italiano è un elemento di novità  che ha avuto successo e comincia ad avere un certo peso”. Il vice president channels Discovery Networks Sud Europa, Antonella d’Errico è raggiante di fronte ai dati Auditel del canale che negli ultimi sei mesi hanno registrato il raddoppio della share abbattendo a giugno il muro dell’1%. La share, salita all’1,36% in agosto, è un risultato sorprendente considerando che il digitale terrestre raggiunge ancora solo il 70% delle case italiane e soprattutto che i 3,8 milioni di contatti giornalieri di Real Time (e di +1) lo collocano in decima posizione nel ranking nazionale, dopo i big generalisti Rai, Mediaset e La7, e prima di realtà  come La5, K2, Iris, Rai Premium e Mediaset Extra.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 420 – settembre 2011

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La nuova edizione di ‘Uomini Comunicazione’ è in edicola con ‘Prima Comunicazione’. La guida festeggia 30 anni e lancia il progetto W l’Italia

L’edizione 2018 del ‘Grande Libro dello Sport e Comunicazione’ in edicola, allegata a ‘Prima’, e disponibile in digitale

Fatti del mese – Pagina 13 corretta