Comunicazione, Televisione

23 settembre 2011 | 9:28

Pier Silvio Berlusconi è critico sulla gestione dei diritti tv calcistici

ROMA (MF-DJ), 23 Set. -”Pagheremo per le partite di 12 societa’ circa 300 milioni all’anno, con una crescita del 25%: c’e’ il rischio che non si possa andare avanti cosi’”. E’ quanto dichiara in un’intervista al Corriere della Sera, Pier Silvio Berlusconi, vice presidente di Mediaset, parlando dei diritti tv sul calcio assegnati ieri e sottolineando come “il calcio deve modernizzarsi, cambiare passo altrimenti potremmo rivedere i nostri investimenti sui diritti tv”. “Bisogna lavorare sulla qualita’ del prodotto calcio. Bisogna creare nuovo appeal – spiega – deve diventare business. In altri paesi i ricavi sono molto piu’ sviluppati. Hanno lavorato meglio sul fronte degli stadi, sviluppato meglio il merchandising”.