TLC

23 settembre 2011 | 10:06

TLC: PER 3 MLD FREQUENZE 4G 800 A TELECOM,VODAFONE,WIND

GARA VA AVANTI PER LE ALTRE, RAGGIUNTI 3,7 MLD TOTALI

(ANSA) – ROMA, 22 SET – Con un incasso di quasi 3 miliardi di euro si chiude la parte più importante dell’asta per le frequenze 4G. Telecom Italia, Vodafone e Wind si sono infatti aggiudicate il pacchetto in banda 800, quello più pregiato, lasciando H3G a bocca asciutta, ma assicurando comunque un notevole introito alle casse dello Stato. I tre principali operatori mobili (che insieme totalizzano oltre 84 milioni di linee) si sono dunque aggiudicati definitivamente, dopo 322 tornate, i lotti disponibili in banda 800, per un totale di 2.962.300.000 euro. Si tratta della fetta più grossa dello spettro messo all’asta: in particolare Vodafone si è aggiudicata due lotti della banda 800G per un totale di 992,4 milioni, Telecom altri due lotti 800G per un totale di 992,2 milioni e Wind un lotto 800G e uno 800S per un totale di 977,7 milioni. Prosegue adesso, a partire da domani mattina alle 10 presso gli uffici del Dipartimento per le comunicazioni del ministero dello Sviluppo, la gara per le altre bande, considerate di minor pregio, ma comunque interessanti per la telefonia di quarta generazione, e che infatti stanno strappando cifre molto più contenute di quella 800. Il totale (compresa la 800) è per il momento pari a 3,71 miliardi di euro: nel corso di 31 diverse tornate, sono stati effettuati 15 rilanci per acquisire blocchi di frequenze in banda 800, 1800 e 2600, portando un incremento totale di 1.415.121.622 euro rispetto alle offerte iniziali, ovvero circa 170 milioni di euro in più rispetto a ieri. Si tratta di un risultato di tutto rispetto e che viene accolto con ovvia soddisfazione a via Veneto. Con l’aggiudicazione delle sole frequenze in banda 800, infatti, il ministero ha centrato l’obiettivo che gli era stato assegnato dalla Legge di Stabilità , vale a dire un incasso minimo di 2,9 miliardi di euro. Non è quindi escluso che nelle prossime tornate si possa arrivare anche a 4 miliardi. La battaglia, che fino adesso è stata sostenuta proprio sulla banda 800, con tutta probabilità  si sposterà  su quelle 1800 e 2600. In particolare sarà  interessante vedere le mosse di H3G, che essendo rimasta esclusa dalla 800, si giocherà  probabilmente tutte le sue carte su questi lotti. Attualmente l’operatore controllato da Hutchison Whampoa ha, temporaneamente, nel cassetto un lotto 1800 e quattro lotti 2600 oggetto della gara: al di fuori di essa ha poi l’opzione per altri due blocchi 1800 dati come misura pro-competitiva agli operatori nuovi entranti senza frequenze a 900.(ANSA).