Santoro dubita che “La7 possa diventare la nuova Rai3”

(AGI) – Roma, 23 set. – “Io dubito che La7 possa diventare la nuova Rai3”, perche’ “Rai3 nasceva in condizioni completamente diverse dal punto di vista politico, dal punto di vista economico e sociale”. Cosi’ Michele Santoro in esclusiva a Tv Talk, il settimanale di Rai Educational dedicato al mondo della tv e dei suoi linguaggi, nella puntata in onda domani alle 14.40 su Rai3. “C’e’ il rischio che La7 erediti una parte del pubblico di Rai3”, cioe’ che la terza rete Rai “in una crisi di identita’, regali un pubblico a La7 che sarebbe un pubblico tradizionale di Rai3. Soprattutto – dice Santoro – grazie al fatto che La7 ha un grande professionista che si chiama Enrico Mentana, che ha illuminato – diciamo – di modernita’ una televisione che in generale non e’ che presenti tantissimi aspetti innovativi”. A commentare l’intervista di Michele Santoro ci sara’, in collegamento dalla redazione de Il Foglio, Giuliano Ferrara. Tra gli altri ospiti della trasmissione che propone anche nuove rubriche e approfondimenti, Serena Autieri, protagonista di una nuova fiction; Beppe Fiorello, che racconta la propria partecipazione al film “Terraferma”, coprodotto da Rai Cinema e vincitore del premio speciale alla Mostra internazionale di Venezia; Patrizia Mirigliani, per un bilancio dell’ultima edizione di Miss Italia, e il giornalista Francesco Specchia.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi