Editoria

26 settembre 2011 | 15:49

Libri/Dal 28 ottobre torna a Roma il salone dell’editoria sociale

Più di 120 ospiti italiani e internazionali

Roma, 26 set. (TMNews) – Sarà  Porta Futuro, il nuovo spazio, nel cuore di Testaccio voluto dalla Provincia di Roma e dedicato alla formazione e all`orientamento, ad ospitare la terza edizione del Salone dell`editoria Sociale. Aperto venerdì 28 ottobre alle 10,30 da una Lezione di Susan George (Transnational Institute), quest’anno il salone avrà  per tema “Etica e responsabilità  pubblica” Al centro dei dibattiti – a cui parteciperanno oltre 120 ospiti internazionali e stranieri – i nodi cruciali dell’attualità : la crisi economica, la responsabilità  sociale ed il ruolo della politica, la legalità  e la lotta alle mafie, la chiesa e le istituzioni formative di fronte al disagio dei giovani, la comunicazione ed il giornalismo sociale, la lotta al razzismo e l`integrazione dei migranti, il contrasto alle nuove povertà  ed emarginazioni, il ruolo dell`arte nella formazione della coscienza pubblica. Come nelle scorse due edizioni, anche nel 2011 il Salone metterà  in contatto il mondo dell`editoria, quello del lavoro sociale, le istituzioni pubbliche, per fare del “sociale” una chiave di lettura con cui capire dove stiamo andando, la crisi delle nostre società  e le strade del cambiamento. Il salone passa quest`anno da 3 a 5 giorni, dal 28 ottobre al 1 novembre: sono previste oltre 40 conferenze, tavole rotonde, incontri con gli autori, dibattiti, proiezioni, presentazioni di libri e novità  editoriali, mostre, una rassegna di cortometraggi. Tra gli ospiti nazionali ed internazionali: Zygmunt Bauman e Susan George, il premio Nobel per l`economia Elinor Ostrom; gli eventi culturali con Ermanno Olmi, Carlo Verdone, Moni Ovadia, Ascanio Celestini. Prevista la presenza di molti autori, scrittori, docenti universitari, esponenti dell`associazionismo, tra cui Roberta de Monticelli, Goffredo Fofi, Guido Viale, Maurizio Landini, Alessandro Pizzorno, Luigi Manconi, Don Vinicio Albanesi, Luigi Ferrajoli, Ugo Mattei e molti altri ancora.