Comunicazione

01 dicembre 2011 | 13:10

Per ‘Wired’ è Giorgio Napolitano l’uomo dell’anno

ROMA (ITALPRESS) – Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, 86 anni, ha dimostrato negli ultimi dodici mesi “una sorprendente velocità  nel rimanere collegato alla realtà ’, in una parola, wired”. E’ con questa motivazione che Wired Italia lo designa “Uomo dell’anno”, dedicandogli la copertina in edicola da domani.”Tanti sono gli elementi che hanno contribuito a far ricadere la scelta sulla massima carica dello Stato, tra cui spiccano soprattutto il suo avere a cuore la sorte delle giovani generazioni e il suo esser capace di tenere le fila tra la complessa realtà  italiana e un mondo sempre meno disposto a comprenderla – spiega il periodico in una nota -. In occasione dei festeggiamenti per i 150 anni della Repubblica Italiana, Napolitano ha rappresentato il crocevia attraverso il quale passa nel nostro Paese il legame tra passato e futuro. La sua statura ne ha fatto la roccia a cui si è ancorato il Paese nel momento peggiore della crisi dei mercati finanziari, la sua autorevolezza è stata la ragione per cui nei sondaggi di popolarità  lui sale mentre gli altri scendono”. “Avremmo potuto premiare il ritorno della Società , della spinta verso la Res Publica emersa d’improvviso con i referendum di maggio sull’acqua e il nucleare – afferma Carlo Antonelli, direttore di Wired -. Ma era troppo vago. Ci voleva un simbolo. E come sempre succede, questo simbolo era da almeno un anno sotto i nostri occhi: il Presidente della Repubblica. Un 86enne capace come nessun altro di tenere le fila, di tenere collegati Italia e Mondo, dura realtà  e speranza possibile, sacrificio e risorgimento. Tentando a metà  novembre una soluzione di uscita dal delirio nel quale il Paese aveva navigato per un anno intero, Napolitano ha riportato il gioco sulla terra, dentro la vita reale. E per quest’opera di plug-in, di riallacciamento di fili da tempo recisi è uomo Wired di quest’anno”.