Comunicazione

01 dicembre 2011 | 14:56

TLC: AGCOM DELEGA FUNZIONI A CORECOM SICILIA, FIRMATA INTESA

(AGI) – Palermo, 1 dic. – La Sicilia si allinea alle altre regioni italiane con la firma, avvenuta stamattina a Palazzo dei Normanni, sede dell’Assemblea regionale, della convenzione per l’esercizio delle funzioni delegate tra l’Agcom e il Corecom regionale. La Sicilia e’ la penultima regione (resta solo la Sardegna) a sottoscrivere questo genere di convenzione, che permettera’ al Corecom siciliano, tra l’altro, di svolgere i tentativi di conciliazione tra enti gestori dei servizi di comunicazione elettronica (telefonia, pay tv) e utenti. “Oggi colmiamo un ritardo significativo. Si e’ perso troppo tempo per arrivare a questa firma”, ha detto il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Francesco Cascio, presentando il protocollo triennale. Il presidente del Corecom regionale, Ciro Di Vuolo ha spiegato che con le nuove competenze il Comitato accrescera’ le sue dimensioni per garantire l’attivita’ sul territorio “svolta in modo assolutamente gratuito per l’utenza”. Secondo Di Vuolo, sulla scorta dei dati registrati in altre regioni, in Sicilia si stima di avere a regime 5-6 mila istanze di conciliazione all’anno. “L’Agcom e’ l’unica autorita’, in Italia e in Europa -ha detto il presidente dell’Autorita’ per la garanzie delle comunicazioni, Corrado Calabro’- ad avere questa articolazione capillare sul territorio, con un contatto diretto con i cittadini”. Calabro’ ha illustrato alcuni dati relativi all’attivita’ di conciliazione svolta sul territorio dall’Agcom attraverso i Corecom regionali: “I Corecom l’anno scorso hanno deciso 49 mila istanze di conciliazione. Nel 70 per cento dei casi queste si sono risolte a favore dell’utente. Quest’anno andiamo verso le 60 mila istanze. L’importo medio non e’ elevato, sono 300-400 euro, ma nel complesso in un anno si parla di dieci milioni di euro versati dalle compagnie agli utenti”. L’assessore regionale ai Beni culturali, Sebastiano Missineo, che rappresentava il presidente della Regione assente per altri impegni, ha sottolineato l’importanza della convenzione e l’impegno della Regione che mettera’ a disposizione le risorse per il funzionamento del Corecom, che tra le altre funzioni delegate avra’ la vigilanza sui sondaggi, la tutela dei minori nel settore radiotelevisivo e l’esercizio del diritto di rettifica per le tv locali. (AGI)