INTERNET: DA FIRENZE LA PIETRA PER TUTTI APPLE STORE, AZIENDA PREMIATA

(ASCA) – Firenze, 1 dic – Il premio ‘Steve Jobs 2011′ e’ stato assegnato ad Alberto Bartolomei, titolare della cava ‘Il Casone’ di Fiorenzuola da cui provengono le lastre posate a formare i pavimenti di tutti gli Apple Store nel mondo. Il riconoscimento e’ stato attribuito nell’ambito della BTO, la Borsa del turismo online in corso a Firenze. Fu proprio Jobs nel 2002, dopo un viaggio a Firenze, a volere fermamente quella pietra serena grigio-blu delle strade per sostituire i parquet chiari degli store, da lui considerati ormai banali. ”Sapendo che e’ la stessa pietra dei marciapiedi di Firenze siamo sicuri che e’ in grado di superare la prova del tempo”, gli attribuisce il suo collaboratore Ron Johnson nella biografia di Jobs. ”La BTO e’ la risposta della Toscana, realizzata attraverso fatti e ancora fatti, per dare sbocchi alla necessita’ di innovazione; nel turismo come in altri settori economici strategici, in cui questo Paese e’ ancora troppo indietro. Innovare e’ oggi una priorita’ politica e amministrativa cui la Regione sta offrendo opportunita’ – ha sostenuto stamani l’assessore regionale al turismo Cristina Scaletti inaugurando la quarta edizione di Buy Tourismo Online alla Stazione Leopolda – per lasciarsi alle spalle l’inerzia e il disinteresse imperanti in Italia fino ad oggi; solo cosi’ si potranno offrire autentiche possibilita’ in particolare ai giovani. La nostra scelta per un turismo sostenibile e 2.0 ha gia’ dato frutti importanti – ha aggiunto l’assessore Scaletti -, come ci dicono i dati del 2011, che riportano la Toscana ai livelli pre-crisi del 2006; oltre 700mila presenze in piu’, e una grande attenzione da tutti i mercati, quelli piu’ tradizionali e quelli in sviluppo, come i Paesi Bric”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti