Televisione

01 dicembre 2011 | 17:28

Rai: Camusso, “rivedere governance e raccolta pubblicitaria”

ROMA (MF-DJ) – “Deve cambiare la governance della Rai perche’ non e’ finalizzata ad immaginare quale nuova funzione puo’ avere il servizio pubblico nei cambiamenti che intervengono, ma e’ finalizzata a garantire che la Rai sia in seconda battuta rispetto alle tv commerciali di proprieta’ di un signore che adesso e’ seduto al Parlamento. Bisogna costruire un’azienda con una governance che sia determinata da autonomia del Parlamento”. Lo ha affermato Susanna Camusso, leader della Cgil, durante il convegno organizzato per la presentazione dell’analisi economico-finanziaria Rai per il periodo 2007-2010, secondo cui il risultato netto mostra costantemente valori negativi per tutto il periodo in esame. “Bisogna inoltre rivedere i meccanismi della raccolta pubblicitaria – ha proseguito Camusso – cambiando il meccanismo della concessione della pubblicita’ e se non facciamo questa operazione in realta’ siamo dentro un meccanismo che non funziona”. “Abbiamo tutte le condizioni – ha concluso il segretario della Cgil – per essere davanti ad una grande trasformazione, pero’ il mezzo d’informazione pubblica non riesce ad identificare il problema. Il cambiamento in questa stagione comunque e’ inevitabile perche’ e’ il giudizio del Paese che ha determinato le condizioni e parlare di informazione e cultura ha in se’ anche lo sguardo a quale cambiamento vogliamo”.