New media

02 dicembre 2011 | 11:13

Internet/ ‘Facebook musulmano’ punta a 100 mln utenti in 3 anni

SalamWorld partirà  ad aprile, con quartiere generale a Istanbul

Istanbul, 2 dic. (TMNews) – Istanbul si prepara a diventare la capitale del “Facebook musulmano”. Un nuovo social network – già  battezzato SalamWorld – secondo gli organizzatori in tre anni arriverà  a ben 100 milioni di utenti, per un investimento di 50 milioni di dollari. Il progetto è nato dall’iniziativa della Icyen, l’Associazione dei giovani imprenditori dei Paesi islamici, che ha confermato a Tmnews il lancio dell’iniziativa, previsto per il mese di aprile. “Adesso stanno allestendo il nuovo ufficio che sarà  il quartiere generale del progetto”, precisano dalla Icyen. Lo staff operativo utilizzerà  questo periodo per sperimentare la piattaforma SalemWorld, su cui sarà  possibile non solo conoscere gente nuova, ma anche avere accesso a informazioni utili, come indicazioni bibliografiche sull’Islam, notizie storiche sulle moschee più importanti, dove trovare ristoranti con cibo halal, ossia che segue le regole della religione islamica. Il sito www.salemworld.com in realtà  esiste già , ma per il momento è possibile solo lasciare la propria mail, in modo da ricevere una notifica non appena il servizio sarà  attivato.
Secondo la Icyen, fino a questo momento sono già  arrivate 100mila richieste. Stando a quanto scrivono i quotidiani turchi, SalamWorld sarà  presente in ben 30 Paesi. La sede principale sarà  nella megalopoli sul Bosforo, ma gli organizzatori intendono aprire uffici anche al Cairo, Mosca, Londra, Dubai, La Mecca, Medina. Astana, New-York, Parigi e Kuala Lumpur. La prima versione del sito sarà  disponibile in arabo, turco, inglese, francese, farsi e russo. In un secondo momento verranno aggiunti anche azero, kazako, uzbeko, malese, cinese, bengalese e curdo. “Diventeremo un punto di riferimento per il mondo musulmano – ha spiegato ai quotidiani turchi Nedim Kaya , coordinatore della Icyen – Il progetto è nato da un’iniziativa comune. Abbiamo visto che nel mercato dei social network c’era un vuoto e lo abbiamo colmato. Abbiamo scelto come nome SalamWorld perché per prima cosa il nostro sarà  un social network conforme alle leggi dell’Islam”.