TG1: DIREZIONE RAI, CALO ASCOLTI NON DIPENDE DA “L’EREDITA'”

(AGI) – Roma, 2 dic. – Carlo Conti e il suo programma preserale “L’Eredita’” non si toccano. Non e’ colpa di Conti se l’edizione del Tg1 delle 20 perde nella ‘guerra’ degli ascolti con la concorrenza diretta. Rai1 difende a denti stretti Conti e il suo preserale, e lo fa partendo dalla nota di ieri del direttore del Tg1, Augusto Minzolini. “Pur non volendo polemizzare con il telegiornale della rete ammiraglia, la Direzione di Rai1 non puo’ non ricordare – e’ detto in un comunicato – l’eccellente lavoro svolto da Carlo Conti e la ‘sua’ Eredita’”. Il preserale di Rai1 – ricorda la nota della rete diretta da Mauro Mazza – ha realizzato “eccellenti” ascolti “superando per ben 78 volte su 82 il programma di punta del maggior competitor”. Quindi una sottolineatura non da poco: “La parte finale de L’eredita’ ha registrato ascolti che, quasi ogni sera, si sono rivelati superiori in termini di share a quelli del Tg1 delle ore 20 come mai era accaduto nella storia di Rai1”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi