Comunicazione

02 dicembre 2011 | 15:09

Libri: torna a Milano il ‘Salone del libro usato’

Milano, 2 dic. (TMNews) – Il ‘Salone del Libro Usato – Bancarelle in Fiera’ torna a Milano il 7 dicembre e si trasforma nella più grande libreria allestita in Italia. L’evento, organizzato per il settimo anno dalla Fondazione Biblioteca di via Senato, ha infatti ampliato la superficie espositiva e si presenterà  come un unico scaffale di sedicimila metri quadrati. Bibliofili e biblioamatori da tutta Italia e dall’Europa avranno a disposizione quattro giorni e 550 bancarelle durante il ponte di Sant’Ambrogio. Andranno a caccia di prime edizioni di grandi classici della letteratura, testi autografati, fumetti introvabili, serie complete di paperbacks e gialli, rarità  per collezionisti, raccolte di poesia, libri fotografici, ma anche testi per ragazzi, romanzi di fantascienza, cartoline, francobolli, stampe antiche e locandine cinematografiche. Tutto materiale spesso confinato negli angoli più nascosti delle librerie e delle biblioteche. Il Salone, ha sottolineato il senatore Marcello Dell’Utri durante la presentazione, si rivolge però a un pubblico eterogeneo, a partire dai ragazzi: “Si trovano anche libri a cinque euro”. Particolare attenzione è riservata alle uscite editoriali più difficili da trovare: i testi ormai fuori catalogo, usciti dal circuito commerciale tradizionale. Anche quest’anno, sono coinvolti gli editori, invitati a mettere in mostra i propri tesori da collezione e i testi fuori commercio. Grandi protagonisti saranno come sempre i libri economici: il Libraccio di viale Romolo (Milano) presenta una prima edizione de Il Dottore Zivago, la prima edizione americana autografata da Andy Warhol di A, il Libretto dell’Opera di Puccini autografato (Edizione Ricordi) e una foto di Papa Benedetto XV, con dedica e autografo. Il Libraccio di Monza, invece, porterà  la prima edizione del 1936 di Black Spring di Henry Miller (Obelisk Press, Parigi), e poi testi settecenteschi, ottocenteschi e di modernariato del Novecento. Tra le ‘chicche’ per intenditori si trova la serie completa dei quattro multipli in legno di Ugo Nespolo, creati per la prima monografia dell’artista edita da Prearo ed esposta da Arte e Arte di Legnano (Milano), e oggetti-libro belli da vedere e da toccare, come le Edizioni di Henry Beyle (Milano) in carta di puro cotone e stampa a piombo o le poesie visive della Libreria Ardengo di Roma. E poi, Gli Introvabili di Pablo Echaurren, Libreria Saba catalogo primo di Umberto Saba, Lo scaffale di carta di Massimo Gatta proposti da Biblohaus (Macerata), la prima edizione de L’odore dell`India di Pier Paolo Pasolini di Acefalorarilibri (Milano). O i libri di cinema di Tonna Giuseppe (Milano) e alcuni numeri della rivista Frigidaire controcultura italiana e internazionale di Noproduction (Milano).