Editoria

02 dicembre 2011 | 17:09

EDITORIA: FIEG-UPA, CAMBIA ADS, INFORMAZIONI IN TEMPI RAPIDI

(ANSA) – ROMA, 2 DIC – Arriva un’importante innovazione, per il mondo dell’editoria e della pubblicità , nelle rilevazioni che Ads (Accertamenti diffusione stampa) fornisce alle aziende e alle agenzie per pianificare la stampa quotidiana e periodica. Fieg, in rappresentanza degli editori, e Upa, in rappresentanza delle aziende che investono in pubblicità  e dei loro centri media, hanno condiviso la necessità  di rendere più facilmente accessibili i dati relativi alla diffusione delle testate quotidiane e periodiche in Italia – annuncia una nota della stessa Fieg – e di attualizzare le modalità  di comunicazione delle stesse. A partire dai dati relativi al mese di aprile – si legge nella nota – le aziende potranno disporre di informazioni puntuali e in tempi rapidi, segmentate per formato di pubblicazione e, successivamente, rese attuali dalla contestuale pubblicazione dei dati cartacei e online. Fieg e Upa hanno infatti concordato: di trasformare l’attuale ADS associazione in una s.r.l., dimostrando l’intenzione di lavorare insieme affiancati dai rappresentanti delle agenzie; di fornire al mercato pubblicitario dati puntuali mensili per ogni testata oggetto della rilevazione; di anticipare i tempi di consegna delle informazioni, adeguandoli alle esigenze di tempestività  che le aziende richiedono; di permettere al mercato pubblicitario di conoscere le diffusioni delle testate nei diversi formati; di rilevare anche le copie di diffusione on line. Le due associazioni hanno, poi, concordato di studiare specifiche modalità  per la rilevazione della stampa free press per rendere così completo il panorama della stampa italiana. “Questi risultati – commenta il presidente Upa Sassoli de Bianchi – segnano un punto di svolta importantissimo nei rapporti tra editoria ed investitori pubblicitari. I dati Ads rappresentano un punto di riferimento molto importante per le aziende che pianificano la stampa. La nuova Ads permetterà  ai prodotti dell’editoria di posizionarsi, agli occhi degli investitori, tra i mezzi di comunicazione più innovativi”.