New media

05 dicembre 2011 | 11:19

INTERNET:CONSIGLIO EUROPA,VERSO PROTEZIONE DATI COME DIRITTO

REVISIONE CONVENZIONE PER PROTEGGERE MEGLIO PERSONE

(ANSA) – STRASBURGO, 4 DIC – Obbligare le aziende, le banche, il settore pubblico e chiunque detenga dati personali altrui a comunicare le falle del proprio sistema informatico che ne hanno messo in pericolo la sicurezza. E’ questa una delle misure contenute nella bozza di revisione della convenzione del Consiglio d’Europa sulla protezione delle persone rispetto al trattamento automatizzato di dati a carattere personale. La convenzione ha 30 anni e, nonostante contenga principi generali validi tutt’oggi, gli esperti ritengono che i progressi avvenuti nel frattempo richiedano una sua revisione al fine di introdurre misure atte a garantire il rispetto dei diritti fondamentali anche online. Tra le novità , il riconoscimento della protezione dei dati personali come diritto. Si mira anche a rafforzare i diritti degli utilizzatori attraverso per esempio l’introduzione della possibilità  per l’utente di opporsi al trattamento dei suoi dati. Il documento finale dovrebbe contenere anche una nuova definizione di dato sensibile e misure che garantiscano una maggiore trasparenza su chi detiene i dati personali, sui motivi per cui lo fa e il tempo per cui può farlo. (ANSA)