PERUGIA: GDF, 12 INVITI A COMPARIRE PER EVASIONE CANONE RAI TV

(ASCA) – Perugia, 6 dic – Inviti a comparire per non aver pagato il canone annuale ordinario Rai TV. Le ha effettuate la Guardia di Finanza di Perugia, nell’ambito delle attivita’ di polizia economica e finanziaria e nel quadro di un piano Regionale di contrasto all’evasione del canone, disposto in sinergia con la sede RAI – Regionale per l’Umbria. I possibili evasori sono 12 cittadini residenti nei vari comuni limitrofi al lago Trasimeno. Gli abbonamenti ordinari del canone, ricorda una nota delle Fiamme Gialle, riguardano il detenere nell’ambito familiare uno o piu’ apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radio televisive. I finanzieri non verificano di persona la presenza dell’apparecchio in casa, come avviene per gli esercizi commerciali in genere (bar, ristoranti etc.) con un semplice provvedimento di accesso, ma sulla base degli sviluppi delle informazioni in possesso inviano ai segnalati un invito a comparire in ufficio per verificare la concreta situazione di fatto ed eventualmente, in ragione del possesso di apparecchi TV, contestare il mancato pagamento del canone per l’anno in corso e quelli pregressi non ancora scaduti. Il contribuente, conclude la nota, e’ tenuto a dimostrare di non possedere la tv o di aver gia’ pagato il canone, altrimenti dovra’ regolarizzare la posizione pagando il canone maggiorato degli interessi in ragione dei mesi di ritardo, piu’ la sanzione amministrativa da 2 a 6 volte il canone dovuto.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi