Televisione

06 dicembre 2011 | 17:32

Rai: Cdr del Tg1, “serve una svolta”

ROMA (ITALPRESS) – “Ora non ci sono piu’ alibi. L’azienda deve dare risposte chiare e immediate alla redazione del Tg1″. E’ quanto si legge in una nota del cdr del Tg1. “Il cdr non ha aspettato la notizia del rinvio a giudizio per denunciare – ormai da molto tempo – il fallimento del progetto Minzolini, che ha portato gli ascolti del giornale al minimo storico e ha fatto perdere credibilita’ alla principale testata del servizio pubblico, come sottolineato anche dalla ricerca della cattolica di Milano. Serve una svolta. Serve, subito, un direttore autorevole, di indiscusso profilo professionale e morale, super partes, che segni una forte discontinuita’ editoriale col passato e recuperi tutte le professionalita’ messe ai margini. Il Tg1 ha tutte le professionalita’ per riacquistare prestigio e autorevolezza. Lo puo’ e lo deve fare con un direttore che rimetta solo il prodotto al centro del telegiornale e faccia recuperare ai giornalisti unita’ e senso di appartenenza. Forse Minzolini farebbe bene a smettere di insultare tutto e tutti per giustificare se stesso, continuando a trascinare la piu’ importante testata del servizio pubblico in polemiche che nulla hanno a che fare con il giornalismo. Faccia piuttosto un passo indietro per il bene del tg1, della rai e di chi paga il canone”.