New media

07 dicembre 2011 | 11:06

Facebook è il social network più amato dai giovani

(ASCA) – Roma, 7 dic – Facebook è il Social Network più amato: quasi tutti hanno un profilo. Lo utilizza l’85,6% dei ragazzi dai 12 ai 18 anni. E’ quanto emerge dall’Indagine Nazionale sulla Condizione dell’Infanzia e dell’Adolescenza di Telefono Azzurro ed Eurispes che fornisce una fotografia degli atteggiamenti, delle idee e dei comportamenti dei bambini e degli adolescenti presentata oggi a Roma. Sono soprattutto le ragazze a non rinunciare ad avere un profilo: il 87,5% contro l’82,1% dei maschi, e sono questi ultimi inoltre a indicare più spesso di aver smesso di utilizzarlo perché noioso (3,5% vs 2,2%). Tra i 16 e 18 anni Facebook viene utilizzato nel 90,9% dei casi, una percentuale che scende di circa 8 punti tra i più piccoli dai 12 ai 15 anni (82,6%). Ha un profilo su Facebook ben il 93,3% dei ragazzi residenti nel Nord-Est, segue il Centro (90,5%) e nelle altre macroaree geografiche le percentuali non scendono mai sotto l’80%, con l’eccezione del Sud (74,3%). Quasi 7 ragazzi su 10 sono su Facebook tutti i giorni. Il 68,8% dei ragazzi è on line su Facebook tutti i giorni: il 32,2% per 1-2 ore al giorno, il 14,4% da 2 a 5 ore e il 3,9% più di 5 ore. Le ragazze utilizzano Facebook più intensamente dei maschi, che non lo usano tutti i giorni nel 23,2% dei casi, contro il 21,2% delle femmine. Anche la fruizione giornaliera di Facebook da 1 a 5 ore vede una prevalenza femminile. I ragazzi più grandi tendono a trascorrere da 1 a 5 ore su Facebook in percentuali maggiori rispetto ai più piccoli (rispettivamente: 35,5% da 1 a 2 ore dei 16-18enni vs il 30,3% dei 12-15enni e 15,1% da 2 a 5 ore dei 16-18enni vs il 13,9% dei 12-15enni). E’ invece maggiore la percentuale di 12-15enni che trascorrono più di 5 ore al giorno su Facebook (4,1%, contro il 3,5% dei più grandi). Alla domanda: ”quanti amici hai su Facebook’?” il 30,8% dichiara di averne più di 500, mentre il 33,5% tra 201 e i 500 e il 21,9% ha tra i 50 e i 200 contatti. Solo il 4,4% dei ragazzi ha risposto di averne meno di 50, mentre il 9,4% non ha voluto fornire alcuna risposta in proposito.