Tabloid Gate: in manette 41enne, 18° arresto dall’inizio delle indagini

(AGI/EFE) – Londra, 7 dic. – Un uomo di 41 anni, le cui generalita’ non sono state divulgate, e’ stato arrestato di primo mattino nella sua casa a Londra nell’ambito dell’Operazione ‘Weeting’: l’inchiesta sul cosiddetto ‘Tabloid Gate’, lo scandalo delle intercettazioni illegali che ha investito l’impero mediatico di Rupert Murdoch, e che lo scorso luglio porto’ tra l’altro alla chiusura del settimanale ‘News of the World’, una delle punte del gruppo facente capo al magnate australiano. Nell’annunciarlo con un comunicato, Scotland Yard ha precisato che l’indagato e’ attualmente in custodia presso un commissariato nella parte sud della capitale britannica. Si tratta della diciottesima persona finita in manette in relazione alle indagini. Tra i personaggi eccellenti che avevano gia’ incontrato tale sorte, tutti peraltro rilasciati dopo l’interrogatorio, anche Rebekah Brooks, ex direttrice della casa editrice ‘News International’ nonche’ protetta di Murdoch, e Andy Coulson, gia’ addetto stampa del premier conservatore David Cameron. L’ultimo arrestato in ordine di tempo e’ accusato di essersi inserito segretamente sulle frequenze di telefoni cellulari privati per captarne le conversazioni, e di intralcio alla giustizia

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari