Tv: Di Pietro, Monti arrendevole su asta frequenze

ROMA (MF-DJ) – “Bersani anche stamattina si è lamentato perché ho definito frutto dell’inciucio il fatto che il Governo Monti non abbia intenzione di far svolgere l’asta sulle frequenze televisive, accettando così il veto di Berlusconi. Se non gli piace il termine inciucio lo chiami anche Giuseppa, ma di fatto se non è un accordo è un ricatto. Piuttosto che soffermarsi sui termini e offendersi, Bersani dica se condivide l’arrendevolezza di Monti o se contesta l’episodio ed è disposto a una battaglia comune in Parlamento”. Lo scrive sul suo profilo Facebook il leader dell’Italia dei Valori, Antonio Di Pietro.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi