RAI: CODACONS CONVOCATO MERCOLEDI’ IN COMMISSIONE VIGILANZA

(AGI) – Roma, 12 dic. – Il Codacons sara’ ascoltato mercoledi’ dalla Commissione Parlamentare per la Vigilanza sulla Rai in merito alla questione sollevata con un esposto lo scorso 6 dicembre. Lo riferisce una nota della stessa associazione di tutela dei consumatori che, si legge, “continua nel suo intento di voler dare un apporto al miglioramento del servizio offerto dalla tv di Stato nell’interesse, oltre che della qualita’ del servizio pubblico di per se’, di tutti gli utenti tv”. All’ordine del giorno, la copertura mediatica della conferenza stampa del neo presidente del Consiglio Monti, portata avanti – sottolinea il Codacons – dalla sola Rainews, “mentre le reti principali dell’azienda hanno continuato con la normale programmazione”. A sottolineare la “gravita’” dell’accaduto, continua la nota, “che e’ a tutti gli effetti e’ un disservizio, le polemiche che ne sono derivate da tutti i fronti: dal web, dai media tradizionali e perfino da parte di alcuni esponenti politici”. L’associazione ha chiesto di valutare “se sia opportuna l’apertura di un procedimento istruttorio nei confronti della RAI, al fine di dare definitiva chiarezza sull’operato della societa’ concessionaria in esclusiva del servizio pubblico radiotelevisivo”. Inoltre, conclude il Codacons, sempre nell’ottica di un miglioramento qualitativo del servizio pubblico, si discutera’ dinanzi alla Commissione della gestione di alcuni canali televisivi e radiofonici Rai, in primis Rainews e Isoradio, dei costi che tali strutture comportano e dell’utilizzazione dei giornalisti Rai in capo alle rispettive redazioni, evidenziando le criticita’ di entrambi i canali. Sara’ affrontato anche il caso “Star Academy”, “programma flop di Rai2 chiuso dopo sole 3 puntate, ma senza restituire i soldi del televoto ai telespettatori”. (AGI)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi