Televisione

14 dicembre 2011 | 9:57

Maccari: Ora un Tg1 che parli a tutti e niente epurazioni

Più ascolti e qualità , spero si ritrovi tradizione testata

Roma, 14 dic. (TMNews) – Tg aperto a tutti, che ritrovi più ascolti e qualità  e dal quale nessuno sarà  epurato. E’ la linea di Alberto Maccari, il neo direttore la spiega a ‘Repubblica’ dopo la sua nomina a seguito del trasferimento di Augusto Minzolini. “Io voglio fare un buon giornale, apprezzato da tutti gli italiani senza distinzioni di destra, sinistra o centro. Com’è nella tradizione e nella storia del Tg1″ dice Maccari, che riguardo alla media del 20% di share toccata da Minzolini si limita a chiarire, “non ho intenzione di ragionare su quei numeri”. E’ vero che l’avvento del digitale ha cambiato le cose, “il panorama televisivo è cambiato radicalmente, lo scenario degli ascolti è totalmente diverso rispetto al passato. Ma nella vita e nel lavoro bisogna sempre migliorare. Il mio progetto è raccogliere quanto più pubblico possibile, aumentare la qualità  del prodotto e degli ascolti”. Ci saranno altri epurati? “Non è questo il modo corretto di affrontare il problema. Sono sicuro che saremo tutti insieme a servizio del telegiornale. E una cosa è certa: con me nessuno sarà  mai espulso dal lavoro”.