MURDOCH: EMAIL SVELA, JAMES SAPEVA DELLE INTERCETTAZIONI

(ANSA) – LONDRA, 14 DIC – James Murdoch avrebbe mentito. Alcune e-mail appena rese pubbliche dalla commissione parlamentare che indaga sulle intercettazioni, indicano che il figlio del magnate australiano dei media sarebbe stato al corrente del fatto che al suo domenicale News of the World la pratica di spiare i Vip era diffusa tra più di un reporter. L’erede presunto dell’impero Murdoch ha sempre sostenuto dinanzi ai deputati di non sapere quanto le intercettazioni fossero diffuse presso la testata, accusando l’allora direttore Colin Myler e l’avvocato Tom Crone di averlielo nascosto. Ma dallo scambio di e-mail emerge invece che già  nel 2008 Murdoch era al corrente di “uno scenario da incubo” di numerose vittime delle intercettazioni, a cominciare dal presidente del sindacato dei calciatori Gordon Taylor. In un “aggiornamento” a Murdoch, Myler afferma: “Purtroppo si confermano i nostri peggiori timori”. La frase implica che i due avessero già  discusso delle intercettazioni in maniera piuttosto approfondita. La catena di e-mail, risalente al giugno del 2008, è stata resa nota ieri alla commissione per i media dagli avvocati di News International. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari