Televisione

16 dicembre 2011 | 11:25

Rai: Cdr Tg2, “chiediamo risposte ad azienda, pronti a protesta”

Piano e vice direzioni slitterebbero al 19 gennaio

Roma, 16 dic. (TMNews) – “Il Cdr del Tg2 constata con sgomento che nessuna delle importanti decisioni che pendono sul futuro della testata e’ all’ordine del giorno del Consiglio di amministrazione della Rai”. Lo dichiara il Comitato di redazione in una nota. “Il tg2 attende da piu’ di due mesi la presentazione del nuovo piano editoriale, ma, a quanto si apprende, le nomine dei vicedirettori del tg2 e la conseguente presentazione del piano alla redazione slitterebbero almeno al 19 gennaio, prima data in calendario prevista per la riunione del Consiglio d’amministrazione. A questo aggiungiamo che nella giornata di oggi, oltre a non avere da parte dell’azienda l’impegno a trovare un traino adeguato come ascolti per il nostro tg, i vertici aziendali decidono di concentrare sulla rete 2 le dirette parlamentari, che vanno in onda a ridosso del tg2 delle 13 e delle 20.30. Una ulteriore penalizzazione per il nostro telegiornale. Il Cdr – si legge ancora – si chiede quale sia il futuro immaginato dall’azienda per il Tg2, che da quattro anni attende il compimento, sempre rinviato, del processo di digitalizzazione, con pesanti ricadute sul nostro lavoro ed ancor di piu’ sulla credibilita’ dell’azienda. In un momento tanto delicato sia per la rai che per tutto il paese, il servizio pubblico che siamo chiamati a svolgere non puo’ essere penalizzato da ritardi imputabili ad uno stallo politico. Il Cdr del tg2 torna a chiedere con forza una risposta chiara ed immediata, ed e’ pronta a nuove iniziative di protesta.