Televisione

19 dicembre 2011 | 16:56

Tv: a 20 anni da scomparsa su teche Rai ridiamo ancora con W. Chiari

(ASCA) – Roma, 19 dic – Il 20 dicembre del 1991 moriva Walter Chiari. A distanza di venti anni critica e pubblico sono concordi nel valutare Walter Chiari il grande pioniere della satira televisiva piu’ corrosiva e spregiudicata, che lui porto’ nella TV della Rai sotto forma di apparenti nonsense e battute stralunate, che raccontavano pero’ assai bene i difetti e le manie dell’Italia di quel tempo. Chiari e’ stato, con Mina, Panelli, Corrado e poi Baudo, il protagonista principale di quasi un trentennio televisivo. Il suo esordio, nel lontano 1958 con ”Le vie del successo”, in coppia con Carlo Campanini, conteneva gia’ quasi tutti i personaggi di fantasia sui quali avrebbe costruito il suo successo, adeguandoli anno dopo anno alla realta’: sul sito internet delle Teche Rai (www.teche.rai.it) da oggi si possono rivedere venti scenette con i personaggi piu’ famosi, come il mitico Sarchiapone o l’imitazione dei fratelli De Rege, e le barzellette raccontate a Studio Uno e nei primi cicli di Fantastico. Il tutto accompagnato da un bellissimo album fotografico di questo attore eclettico e molto amato dalle donne. ”Un tributo via web della Rai” – sottolinea Barbara Scaramucci direttrice delle Teche – ”per far conoscere meglio ai giovani i grandi personaggi di spettacolo della televisione di un tempo e il senso di attualita’ che hanno le loro battute anche a decenni di distanza”.