Scelte del mese

20 dicembre 2011 | 9:40

Napoletano lavora al terzo dorso

Sospinto dall’informazione sulla manovra del governo e sulla cirisi della zona euro Il Sole 24 Ore ha superato già  in ottobre in diffusione con 281.858 copie La Stampa, ritornando sul podio delle maggiori testate. E il 6 dicembre, il giorno seguente le decisioni del Consiglio dei ministri, quando a metà  mattina nelle edicole non si trovava più una copia del quotidiano stampato su carta salmonata, anche il sito IlSole24Ore.com ha battuto i suoi stessi record con un milione 51mila utenti unici. Ma il direttore Roberto Napoletano non ha avuto neppure un minuto per godersi i risultati, impegnato com’è a realizzare l’ulteriore piano di sviluppo. Che questa volta, come ha spiegato il 23 novembre alla redazione romana e il pomeriggio del giorno seguente ai giornalisti della sede milanese prevede il lancio di un terzo dorso (in realtà  nel confezionamento precederà  ‘Finanza&Mercati’), dedicato alle imprese e ai territori, annunciato per febbraio, che assorbirà  i supplementi macroregionali, la sezione ‘Mondo&Mercati’, e anche tutti gli speciali dedicati periodicamente ai settori (cantieristica, costruzioni, eccetera) che verranno quadruplicati.
Il nuovo dorso uscirà  il martedì, il mercoledì, il giovedì e il venerdì (quando non è previsto l’abbinamento con altri supplementi) e avrà  una foliazione di 12 pagine. Visto che il numero massimo di pagine del giornale è fissato a 56, Napoletano sta riequilibrando il peso delle varie sezioni del giornale.
Nella redazione del terzo dorso confliuirà  la maggior parte dei 30 giornalisti ora impegnati nei supplementi regionali. Altri andranno a rinforzare i servizi rimasti sotto organico per pensionamenti e prepensionamenti e quelli maggiormente impegnati in questi mesi sul succedersi di manovre economiche.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 423 – dicembre 2011