Comunicazione

20 dicembre 2011 | 14:53

Manovra: odg Pd sulla Rai, commissariamento e poi riforma sistema

Declino progressivo sia economico che del servizio pubblico

Roma, 20 dic. (TMNews) – Il gruppo del Pd al Senato ha presentato un ordine del giorno alla manovra economica nel quale si chiede al governo di promuovere una riforma del sistema tv e di valutare anche un commissariamento straordinario della Rai in attesa che le nuove norme siano completate. In particolare l’odg sottoscritto dai senatori del Pd Zanda, Latorre, Mercatali, e da Belisario (Idv), Giambrone (Idv) impegna il Governo “a promuovere, attraverso le opportune iniziative legislative, il superamento degli attuali assetti regolatori e gestionali della Rai e il contestuale avvio di un processo di riforma del sistema radiotelevisivo pubblico, secondo i parametri di pluralismo ed imparzialità  indicati nel citato messaggio alle Camere del 23 luglio 2002 quali strumenti essenziali per la realizzazione di una democrazia compiuta”. E inoltre a “valutare l’opportunità  di adottare gli strumenti necessari all’immediato commissariamento straordinario della Rai, per il tempo strettamente necessario al completamento del processo di complessiva riforma del sistema radiotelevisivo nazionale”. Nella premessa il documento parlamentare sottolinea come “il sistema radiotelevisivo nazionale è andato incontro, negli anni, ad un processo degenerativo che ha condotto al progressivo declino della Rai in termini sia di performance economica sul mercato, sia di scadimento del servizio pubblico offerto” e rileva anche la difficile situazione del bilancio di viale Mazzini che “attestano una significativa riduzione degli introiti da ricavi pubblicitari (divenuti inferiori a quelli da canone) unita ad un forte incremento del debito finanziario netto (destinato ad arrivare a 320 milioni di euro nel 2011, a fronte dei 16 milioni di euro del 2007)”.