UNGHERIA: ALTA CORTE ABROGA IN PARTE LA LEGGE SUI MEDIA

(ANSA) – BUDAPEST, 20 DIC – E’ in parte anticostituzionale la controversa legge sui media in Ungheria: lo ha deciso la Corte Costituzionale abrogandone alcuni articoli. La legge era stata oggetto di una contestazione internazionale un anno fa, causando polemiche fra il premier ungherese Viktor Orban e le istituzioni europee. In particolare, la Corte ha bocciato l’articolo che obbligava i giornalisti a rivelare le fonti in alcuni casi, e ha giudicato contrario alla costituzione alcune forme di controllo sui contenuti. La Corte ha contestato anche il ruolo del garante per i media, come è stato impostato nella legge. Il Parlamento ha tempo entro il 31 maggio 2012 per correggere gli articoli abrogati. (ANSA

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

Priorità nel continuare a promuovere la lettura di libri, dice Pietro Grasso al convegno Il libro digitale

Pearson taglia 4 mila posti di lavoro. Annunciato il piano di ristrutturazione da mezzo miliardo di dollari