Editoria: Il Fatto perde 5.000 copie per effetto Berlusconi

MILANO (MF-DJ)–L’uscita di scena di Silvio Berlusconi ha avuto una ripercussione immediata sulle diffusioni del Fatto Quotidiano, il giornale che piu’ di ogni altro negli ultimi due anni ha preso di mira l’ex premier.

L’edizione di domenica 13 novembre, il giorno successivo alle dimissioni, spiega MF, la testata diretta da Antonio Padellaro ha venduto la bellezza di 127 mila copie (e l’edizione di lunedi’ 14, mai uscita prima, ne ha vendute 87 mila) e’ altrettanto vero che da quel preciso istante l’appeal del prodotto e’ calato notevolmente. “Dalla seconda meta’ di novembre a tutt’oggi abbiamo registrato un calo medio di 4-5 mila copie al giorno. red/vit

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi