Comunicazione

21 dicembre 2011 | 15:57

TWITTER: CLASSIFICA VIP, PERSONAGGI TV VERSO SORPASSO SU CANTANTI

(AGI) – Roma, 21 dic. – La calata dei personaggi televisivi mette a rischio il dominio delle star della musica su Twitter. Se il 2010 aveva visto le star della musica e alcuni pionieri dominare la scena di Twitter, ora il ‘ciclone’ Fiorello, che a settembre ha aperto la strada alle iscrizioni di molti nomi celebri dello spettacolo, ha inciso fortemente sulla classifica dei VIP piu’ seguiti nel 2011, stilata dall’Osservatorio Social VIP del blog Pubblicodelirio.it.
I neo-twitteri della radio e della tv hanno visto crescere velocemente i loro follower, forse beneficiando dell’audience delle trasmissioni. Ed ecco che Fiorello entra subito al 3^ posto, Michelle Hunziker e Gerry Scotti all’11^ e 12^, mentre Marco Baldini, Beppe Fiorello e Fabio Volo si piazzano rispettivamente 14^, 16^ e 18^. Anche chi era gia’ su Twitter ha goduto dell’ondata positiva. Laura Pausini si conferma regina, seguita da Jovanotti. Dal 4^ all’8^ troviamo Ligabue, Trio Medusa, Sabina Guzzanti, Benny Benassi, Luca Bizzarri. In questo ultimo scorcio di anno, Nicola Savino soffia invece il 9° posto al rapper Fabri Fibra.
Nella Top 100 spiccano la veloce crescita di Melissa Satta, Luca Argentero e Simona Ventura, dalla 21^ alla 23^ posizione, di Federica Panicucci (36^), Roberto Bolle (43^) e Ezio Greggio (48^). Tra i fake piu’ seguiti dell’anno stravince Alessia Marcuzzi, che ha superato i 75.000 follower prima che l’account venisse chiuso a dicembre in seguito alla minaccia di denuncia della conduttrice del Grande Fratello. Medaglia d’argento per il falso Paolo Bonolis, con piu’ di 65.000 follower, che ha dovuto sparire per la rivolta della rete dopo che il vero presentatore ha confidato a Kalispera di non essere su Twitter. Bronzo, ma con riserva, a Belen Rodriguez che, nonostante il suo profilo seguito da 14.000 persone sia segnalato sul sito ufficiale, si e’ lanciata contro l’impostore che l’avrebbe messa in difficolta’ con dichiarazioni non vere. (AGI) Cav