INTERNET: TRIPADVISOR, SPIN OFF DA EXPEDIA E QUOTAZIONE AL NASDAQ

(AGI) – Roma, 21 dic. – TripAdvisor, il sito di viaggi piu’ grande del mondo, ha portato a termine l’operazione di scissione dal gruppo Expedia e la societa’ e’ ora indipendentemente quotata al Nasdaq della borsa di New York con il titolo “TRIP”. Lo ha annunciato lo stesso Nasdaq. Fino all’annuncio ufficiale di Expedia dell’approvazione dell’operazione di spin off da parte del gruppo di azionisti, avvenuto lo scorso 6 dicembre, TripAdvisor era quotata in borsa con il titolo “TRIPV”. Le azioni di TripAdvisor fanno parte del basket dell’indice S&P 500.
“TripAdvisor ha rivoluzionato il processo decisionale e di pianificazione legato ai viaggi fornendo informazioni pratiche che scaturiscono da un’enorme community composta da milioni di viaggiatori di tutto il mondo”, sostiene Bob McCooey, vice presidente senior di Nasdaq OMX Corporate Client Group. “Grazie a queste qualita’, Nasdaq e’ lieta di annunciare che TripAdvisor entra ufficialmente a far parte a pieno titolo del mercato azionario Nasdaq quale sito di viaggi piu’ grande del mondo”. TripAdvisor raccoglie recensioni e opinioni di viaggiatori su strutture ricettive, destinazioni, ristoranti e attivita’ turistiche in tutto il mondo, inoltre permette ai viaggiatori di pianificare la vacanza, consentendo di prenotare direttamente presso le strutture ricettive desiderate. In aggiunta al marchio bandiera TripAdvisor, la societa’ gestisce e amministra siti Web con altri 18 marchi legati ai viaggi, con una community di viaggiatori con oltre 50 milioni di visitatori unici ogni mese, 20 milioni di utenti e 50 milioni di recensioni ed opinioni. (AGI)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti