New media, TLC

22 dicembre 2011 | 13:01

Expo 2015: partnership con Cisco, investimento di 40 milioni per internet

(AGI) – Milano, 22 dic. – Cisco, una delle principali multinazionali dell’informatica, investira’ 40 milioni di euro e collaborera’ con Expo Milano 2015, progettando e costruendo le reti internet protocol di nuova generazione e un’infrastruttura Wi-fi a larghissima banda, che consentiranno ai visitatori di vivere l’Esposizione universale in modo innovativo. “Ogni persona – spiega una nota – avra’ la possibilita’ di personalizzare la sua visita e di avere a disposizione strumenti informativi capaci di adeguarsi agli interessi e alla personalita’ del singolo visitatore”. Il progetto sara’ illustrato nel dettaglio in un incontro pubblico, previsto per la fine di gennaio. “Siamo molto soddisfatti di poter aver Cisco a bordo – ha spiegato l’ad di Expo 2015 spa, Giuseppe Sala – Questo investimento da parte di una grande multinazionale e’ la dimostrazione concreta che l’esposizione universale e’ una formidabile opportunita’ per il mondo delle imprese”. Nel 2015, ha sottolineato David Bevilacqua, ad di Cisco Italia, il sito dell’Expo sara’ “una citta’ nella citta’, che faro’ di Milano un esempio sulla scena mondiale delle immense potenzialita’ delle tecnologie nel costruire le comunita’ del futuro”. Per questo, per l’azienda statunitense, avere la possibilta’ di essere partner di Expo rappresenta “la concretizzazione della nostra visione per la creazione di un nuovo e innovativo modello urbanistico, che ha come obiettivo primario lo sviluppo sostenibile delle citta’, dove l’essere umano e il suo benessere sono prioritari e la tecnologia al servizio di una migliore qualita’ della vita”. Grande soddisfazione e’ stata espressa dal Commissario Generale Roberto Formigoni: “questo accordo e’ una nuova dimostrazione di come tutto il sistema orbitante attorno all’esposizione universale milanese continui ad essere un potentissimo catalizzatore di business, capace di attirare le realta’ aziendali produttive piu’ performanti della nostra epoca. Il fatto che Expo ci dia la possibilita’ di attirare e mettere in circolo nuovi capitali sul nostro territorio deve essere colto come un chiaro e positivo segnale, soprattutto in un’ottica di prossimo riscatto dalla crisi”. “L’obiettivo delle 50 adesioni ufficiali a Expo entro il 2011 ampiamente superato, raggiungendo con la Guinea Bissau il numero di 68 partecipazioni e l’ingresso con investimenti rilevanti di un secondo grande partner tecnologico, come Cisco, sono notizie che ci rendono orgogliosi”, ha aggiunto il Commissario Straordinario, Giuliano Pisapia.