Televisione

22 dicembre 2011 | 17:04

RAI: MACCARI PRONTO A RIMESCOLARE LE CARTE TRA CONDUTTORI DEL TG1

(AGI) – Roma, 22 dic. – L’immagine fara’ la sua parte nel nuovo corso del Tg1 che intende dare Alberto Maccari, il direttore fresco di nomina dopo la proposta formulata dal direttore generale Lorenza Lei e approvata a maggioranza dal Cda di viale Mazzini. E cosi’ affidarsi al volto del conduttore o della conduttrice, e alla relativa competenza professionale, sara’ il ‘cavallo di Troia’, o uno dei cavalli presunti vincenti, per riportare in quota gli ascolti della testata ammiraglia Rai, ovvero quelli dell’edizione delle 20. Niente rivoluzioni, del resto per ora l’incarico e’ ad interim, appena 50 giorni (termine intanto previsto e’ il 31 gennaio 2012). E’ stato lo stesso Maccari a farlo capire chiaramente, anzi a dirlo. L’ha fatto in occasione del primo incontro avuto da direttore del Tg1 con il cdr della testata. Maccari ha infatti sottolineato l’importanza della fidelizzazione dei telespettatori nei confronti del marchio Tg1, che passa anche attraverso i volti dei conduttori che quindi – a suo parere, stando a quanto riporta il cdr – non devono ammettere deroghe al loro impegno settimanale. Al momento i volti del Tg1 delle 20 sono quelli di Susanna Petruni (vice direttrice della testata e responsabile inoltre della fascia del mattino, che comprende anche Uno Mattina), Francesco Giorgino (cura l’ambito politico), Attilio Romita e Laura Chimenti. E c’e’ da vedere come andra’ a finire per le vicende di Tiziana Ferrario e Maria Luisa Busi. Pare che il neo direttore voglia rivedere le cose, e l’anticipazione sta proprio in quel suo no alle deroghe all’impegno settimanale dei conduttori. Maccari ha anche detto di aver ricevuto un mandato chiaro: riportare tranquillita’ nella redazione, facendo in modo che tutti lavorino perche’ da tutti possa arrivare il contribuito importante per la testata. L’obiettivo di fondo e’ il recupero si’ degli ascolti e della credibilita’ che si dice il tg abbia perso, ma anche ripristinare regole nella convivenza interna della redazione. E quanto al pluralismo, per Maccari le notizie vanno date tutte. Intanto una rubrica – Media – e’ stata chiusa e un’altra, quella sul meteo, non ha piu’ la cadenza quotidiana, verra’ recuperata di volta in volta a seconda della situazione (alluvioni, precipitazioni nevose impensabili, caldo oltre ogni ragionevole aspettativa, eccetera). Altro capitolo sul quale Maccari sta gia’ lavorando e’ quello dell’ottimizzazione del lavoro in redazione, previa ricognizione con l’ufficio del personale Rai e con lo stesso cdr su ruoli, line, avanzamenti sospesi e distribuzioni di incarichi. Il direttore ha promesso che interpellera’ uno per uno quanti coinvolti nell’eventualita’ di recuperare ruoli e competenze. Fermo restando che il cdr chiede di evitare la concentrazione di incarichi che invece vanno “equamente distribuiti” e rispettando “ruoli e competenze sia per quanto riguarda le line che per l’attribuzione dei servizi”. (AGI)