Il vignettista Peter Brookes (The Times): “mi mancherà  Berlusconi nel 2012”

Peter Brookes: Un personaggio perfetto per ogni disegnatore

Roma, 27 dic. (TMNews) – “Silvio Berlusconi? Mi dispiacerà  non disegnarlo il prossimo anno”: parola di Peter Brookes, vignettista del quotidiano britannico The Times, secondo cui il 2011 ha segnato “la fine di un insolito folto gruppo di dittatori, mostri e pazzi assortiti: Ben Ali, Mubarak, bin Laden, Gheddafi, Berlusconi, Kim Jong Il”. La vignetta dedicata a Berlusconi, pubblicata “all’inizio del suo processo per presunti rapporti sessuali con una prostituta minorenne, sembrava riassumere quanto stava facendo all’Italia, un grande Paese guidato da un clown con un problema cronico a tener chiusa la cerniera dei pantaloni”, afferma Brookes. Ma “il colorito arancione, il trapianto di capelli tinti, il sorriso fisso a 32 denti, lo sguardo lascivo… come poteva sbagliare un vignettista?”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi