Editoria

30 dicembre 2011 | 13:04

Editoria: Ferrero, Monti chiude ‘Liberazione’ e su stampa mente

“Taglio drastico di 2 milioni e mezzo di euro”

Roma, 30 dic. (TMNews) – Rifondazione comunista non molla la presa dela polemica contro il Governo. A dividere i comunisti dall’esecutivo tecnico non ci sono solo i provvedimenti economici in generale, ma il caso specifico dei fondi per l’editoria, sui quali, accusa in una nota il leader del Prc Paolo Ferrero, “Monti come al solito sparge messaggi rassicuranti, peccato che non corrispondano al vero. Mentre Monti garantisce che ci saranno i soldi per i giornali, nel frattempo a Liberazione ha tagliato 500.000 euro per l`anno 2010 e 2 milioni di euro per l`anno 2011″. “Questo taglio – dice il segretario di Rifondazione – determina l`impossibilità  per Liberazione di uscire perché oltre alla perdita di 2 milioni e mezzo di euro sancisce l`impossibilità  di ottenere prestiti dalle banche. Quando Monti dice che risolverà  il problema dei giornali di partito, quindi, mente sapendo di mentire: oggi – conclude Ferrero – sta chiudendo Liberazione attraverso un taglio drastico di 2 milioni e mezzo di euro.”