New media, Televisione

03 gennaio 2012 | 11:03

Netizen 2012: il rapporto sulle web tv italiane

Il rapporto sulla cittadinanza attiva digitale “dal basso” registra un rallentamento del tasso di crescita delle web tv in Italia (+11%). In testa Lazio (102), Lombardia (85), Puglia (63) e Emilia-Romagna (53). Cresce l’imprenditorialità : aumentano gli investimenti e i profitti grazie a social network, devices mobili e piattaforme di videosharing. Meno donazioni (56%) e più rapporti con PMI (80%). Ma in pochi attingono a finanziamenti PA (12%). La tv generalista fa meno tendenza, si guarda a mobile (45%) e DTT (39%). Accessi in crescita, più aggiornamenti quotidiani e squadre più mature. Ci si occupa di cultura (57%), sport (36%), politica (31%) e cronaca (26%). E crescono i canali verticali (oltre un terzo, 36%).

Con il 2012 l’esercito dei videomaker italiani creatori di web tv ingrossa le sue fila, raggiungendo quota 590 “antenne” distribuite in modo piuttosto omogeneo su tutto il territorio nazionale, con una densità  maggiore nel Lazio (102), in Lombardia (85), in Puglia (63) e in Emilia-Romagna (53). Le micro web tv sono aumentate in maniera minore rispetto allo scorso anno, registrando una crescita del +11% (nel 2011 se ne contavano 533 con un aumento del +52% sull’anno precedente), ma sono più strutturate e con obiettivi più chiari.
Così il settimo rapporto Netizen, dedicato agli Internet Citizen, ovvero i cittadini digitalizzati videomaker, fotografa una rete italiana più matura. La ricerca annuale è ideata e promossa da Altratv.tv, osservatorio interuniversitario nato a Bologna nel 2004 e oggi vero e proprio network delle web tv italiane: la mappa interattiva pubblicata su www.altratv.tv recensisce 590 “antenne” e consente di navigarle con un semplice clic nell’area geografica di interesse. Il rapporto Netizen, che si potrà  ricevere via mail previa compilazione del form online su www.altratv.tv, è realizzato da un team di giovani ricercatori presieduti da Veronica Fermani sotto la direzione di Giampaolo Colletti. I ricercatori hanno coinvolto le micro web tv italiane (590) e i media digitali locali (815), tutti mappati dal network Altratv.tv.

- Mappa delle web tv italiane (.jpg)

- Comunicato stampa rapporto Netizen 2012 (.doc)

- Abstract rapporto Netizen 2012 (.pdf)