WIKIPEDIA: NUOVO RECORD DONAZIONI, RACCOLTI 20 MILIONI

CAMPAGNA PARTITA A NOVEMBRE, IL 15 GENNAIO SITO COMPIE 11 ANNI

(ANSA) – ROMA, 4 GEN – Nuovo record per la raccolta di fondi annuale di Wikipedia: la Wikimedia Foundation che gestisce l’enciclopedia online più famosa al mondo ha raccolto 20 milioni di dollari in donazioni (l’anno scorso erano stati 16 milioni). La campagna è stata lanciata a novembre, il co-fondatore di Google Sergey Brin e sua moglie hanno donato 500.000 dollari. I fondi raccolti in tutto il mondo dalla fondazione non-profit sono in costante aumento fin dall’inizio della campagna per le donazioni nel 2003. “Il nostro modello funziona perfettamente, la gente si serve di Wikipedia e l’apprezza, per questo continua a donare”, ha detto Sue Gardner, direttore esecutivo della fondazione che sul sito di Wikimedia ha scritto un messaggio di ringraziamento a tutti i donatori, più di un milione in tutto il mondo. “Useremo i vostri soldi bene e attentamente”, aggiunge Sue Gardner. “Wikipedia è qualcosa di speciale. E’ come una biblioteca o un parco pubblico. E’ come un tempio per la mente. E’ un luogo nel quale tutti noi possiamo andare a pensare, imparare, condividere la nostra conoscenza con gli altri”, aveva scritto il fondatore Jimmy Wales nel suo appello a novembre per la raccolta dei fondi. Wikimedia assicura che oltre 470 milioni di persone usano ogni mese i suoi siti, che operano attraverso donazioni e non la pubblicità . Wikimedia comprende anche Wiktionary e Wikibooks. Wikipedia, che celebrerà  il 15 gennaio i suoi 11 anni di attività , è certamente la più grande enciclopedia al mondo, con più di 20 milioni di articoli in 282 lingue.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Per cercare di superare la crisi l’ad di Twitter licenzia quattro dirigenti