Comunicazione

04 gennaio 2012 | 12:28

Chiesa: Avvenire, esenzione Ici per Stato è investimento da 100 milioni

(ASCA) – Roma, 4 gen – L’esenzione Ici alla Chiesa e alle altre realta’ del non profit e’ per lo stato un ”investimento razionale” di circa 100 milioni di euro che ”produce frutti infinitamente maggiori in termini di solidarieta’ sociale”: lo scrive il direttore di Avvenire, Marco Tarquinio, rispondendo alla lettera di un lettore, citando le stime del Gruppo di lavoro sull’erosione fiscale del ministero dell’Economia. Si tratta di ”stime ufficiali”, ricorda Tarquinio, sul ”’costo’ in termini di mancati introiti delle agevolazioni fiscali riconosciute a tutte le realta’ laiche e religiose (comprese quelle della Chiesa) che operano senza fini di lucro per scopi di riconosciuta utilita’ sociale”. Il direttore di Avvenire ricorda che su questo tema ”c’e’ chi ha sparato cifre enormi: 400, 700, 2.000 milioni di euro… In realta’ quelle esenzioni rappresentano un investimento (perche’ questo e’ in realta’ per lo Stato e per gli italiani, soprattutto i piu’ piccoli, poveri e fragili) di circa 100 milioni di euro. Un investimento razionale, che produce frutti infinitamente maggiori in termini di solidarieta’ sociale”.