Televisione

09 gennaio 2012 | 10:51

RAI: SANTORO, PRIMA DI PRIVATIZZARLA PROVARE A FARLA BENE

(ANSA) – MILANO, 7 GEN – Prima di pensare a privatizzare la Rai “bisogna provare a fare esistere una struttura di tv pubblica che funzioni dalla parte della gente”: di questo è convinto Michele Santoro, che oggi è stato intervistato da Fabio Fazio a ‘Che tempo che fa’. Il giornalista ha detto che in passato riteneva la privatizzazione percorribile ma “a ogni girone della crisi è stato sottratto alla gente un pezzo di spazio pubblico” ed è per questo che bisogna cercare di fare una Rai che “funzioni dalla parte della gente”. Santoro è anche tornato sulla sua proposta di candidarsi a direttore e non ha risparmiato critiche ai vertici passati dell’azienda. “Quando in qualche modo si dovevano occupare delle nostre vicende – ha detto – dovevano andare a chiedere consiglio a quelli che hanno dovuto patteggiare condanne tipo Bisignani, a centri di potere esterni alla nostra azienda”. “Nostra azienda – ha subito aggiunto – è un lapsus derivato dalla lunga frequentazione”. Santoro ha però anche criticato i partiti, a cominciare dal Pd: “Vorrei capire se i partiti hanno senso, ad esempio un partito importante come il Pd che vede 100 mila sottoscrizioni per rimettere in onda un programma e non fa niente per sintonizzarsi con questo movimento. Lasciano quelli delle torri soli a protestare e lasciano quelli della tv a fare i loro percorsi alternativi”. La sua conclusione è che “devono dimostrare di avere senso”. E se “la Rai non dimostra di avere senso di servizio pubblico – ha concluso – arriverà  qualcuno a dire: ‘vendiamola perche’ è diventata un ferro vecchiò”. (ANSA).