New media

09 gennaio 2012 | 11:09

INTERNET: AZIONE UE, RADDOPPIO ECONOMIA ON LINE ENTRO 2015

DA BRUXELLES PIU’ INCENTIVI CON PIU’ TUTELA PER CONSUMATORI

(ANSA) – BRUXELLES, 8 GEN – Raddoppiare i volumi dell’economia e delle vendite on line in Europa entro il 2015: é questo l’obiettivo di un piano di azione che la Commissione Ue presenta mercoledì a Bruxelles. Il piano è il frutto di un’iniziativa congiunta dei commissari all’agenda digitale Neelie Kroes, al mercato interno Michel Barnier e ai consumatori John Dallì. Sei le azioni previste dall’euro-esecutivo: un migliore accesso per i consumatori ai prodotti e servizi on line (incluso film e musica); modi più semplici per comprare e pagare prodotti e servizi via web; un sistema di consegna più efficiente; più trasparenza degli operatori e dei prezzi pubblicizzati su Internet; rete più veloce e migliore accessibilità  per più cittadini; migliore informazione e protezione contro gli abusi. Il piano intende completare le leggi esistenti sul commercio on line per garantire un ambiente favorevole all’incremento di un settore che potenzialmente può aiutare a creare crescita e nuovi posti di lavoro. Le azioni per raddoppiare i volumi dell’economia on line fanno parte di un pacchetto che include anche la creazione di una Single European Payment Area (Area unica di pagamento europea) per garantire un ambiente integrato in cui i pagamenti online possano essere fatto in modo semplice ed integrato. E interventi rafforzati a tutela del consumatore per stroncare le frodi e gli abusi che corrono sul web. Tra le proposte, la creazione di un sistema europeo di notifica sui contenuti illegali dei siti che offrono credito al consumo. La Commissione Ue è convinta che “il commercio transfrontaliero online abbia un grande potenziale di crescita che non è ancora sfruttato”. Tant’é che anche se le tecnologie oggi rendono più facile di prima l’abbattimento delle frontiere geografiche artificiali “sette transazioni commerciali transfrontaliere su 10 tentate online tra i Paesi della Ue falliscono”. Per rendere più sicuri gli acquisti on line per i consumatori, Bruxelles sta negoziando con Consiglio e Parlamento Ue un testo che propone, in particolare, il diritto ad una scelta informata (il consumatore deve sapere con chiarezza cosa sta per comprare, il costo finale della transazione, l’identità  e l’indirizzo del venditore); regole certe sulla spedizione (che deve avvenire a 30 giorni dall’ acquisto, dopo i quali il consumatore può cancellare l’ordine); il diritto di cambiare idea fino a 14 giorni dopo l’acquisto, grazie al quale il consumatore può restituire il bene, per qualsiasi motivo, e ottenere il rimborso entro i successivi 14 giorni. E per un costo superiore ai 40 euro, è il commerciante che dovrà  pagare la spedizione. Da questi obblighi, artigiani e piccoli negozianti sono esentati quando il bene è consegnato immediatamente. Mentre per beni e servizi entro i 200 euro basta un’informazione orale. (ANSA).